You are in:

MIMA: Martian Infrared Mapper

L’obiettivo della ricerca è dimostrare la fattibilità di spettrometri di fourier destinati allo studio del suolo e dell’atmosfera di Marte. Gli strumenti in fase di sviluppo sono il Martian Infrared Mapper, MIMA, e una versione miniaturizzata, microMIMA. Gli strumenti sono stati proposti per il rover ed il lander della missione ExoMars.

Il gruppo del Politecnico si occupa della progettazione, realizzazione e verifica del sistema optomeccanico. I requisiti maggiormente critici sono costituiti da limiti di massa estremamente ridotti, 1 kg per MIMA e 250 g per MicroMIMA, accelerazioni dovute alla discesa su Marte pari a cento volte la gravità terrestre e un ambiente con temperatura variabile tra-120 e 30 °C, con forti venti nell’atmosfera di CO2.

Un modello completamente rappresentativo per massa, dimensioni e funzionalità di MIMA è stato costruito e testato nelle condizioni operative previste nella missione.

Per Il MicroMIMA è stato realizzato un modello di laboratorio rappresentativo solo dal punto di vista funzionale.

Entrambi gli strumenti sono stati sviluppati minimizzando la sensibilità alle virazioni, agendo sia sulla riduzione della trasmissione che su sistemi di campionamento e trattamento del segnale sviluppati ad hoc.

Gruppo di Ricerca

Laboratorio di Misure Meccaniche e Termiche, coordinatore Prof. Bortolino Saggin

Finanziamento

Agenzia Spaziale Europea (ESA) ed Agenzia Spaziale Italiana (ASI)